Villa Rosa, 2°anniversario

  VILLAR01Argentina, Villa Rosa

6 marzo 2022

"COMINCIAMO A CAMMINARE"

Due anni fa è stata inaugurata a Villa Rosa la prima casa per donne in Argentina e America Latina. Dopo quell'evento è arrivata la pandemia e ogni possibilità di feste e incontri è stata chiusa, ma la Comunità ha continuato il suo cammino, che non si può fermare, per aiutare i giovani e i genitori.

Così le ragazze hanno continuato ad arrivare, alcune del primo gruppo sono state trasferite, le porte sono state sempre aperte per accogliere le donne ferite, alcune anche con bambini. Si formò un bel gruppo che abbelliva e dava vita alla casa. Grazie a Dio il covid stava calando e la festa del primo anniversario si è svolta con grande gioia e tanta gente: tutti molto felici di ritrovarsi insieme con parenti,amici e nuovi.
Era una festa essere presenti e con la bella decorazione che avevano fatto in giardino, hanno iniziato a ballare con gesti e cantato con gioia. Al momento dell'Adorazione, Padre Diego, accompagnato da Jorge, è entrato con il Santissimo Sacramento e un silenzio solenne ha accompagnato la preghiera del Santo Rosario davanti a Gesù Eucaristia. È stato molto commovente quando ha detto ai ragazzi e alle ragazze di andare con i genitori per l'Adorazione, quella vicinanza con la famiglia, quell'abbraccio, guarisce molte ferite del passato.

Spiritualmente rinnovati, siamo andati a pranzo, come sempre abbondante, soprattutto i "chorizos e patys" che fa un amico con la sua famiglia.

Dopo quel tempo di amicizia e di gioia per la riunione, ci sono state alcune testimonianze, tra cui padre Carlos Chaves, amico della Comunità dall'inizio che ha insistito con cuore a "Cominciare a camminare" anche dopo il "resto" della pandemia. Ha ricordato che da quando Madre Elvira è arrivata nel 2005, la nostalgia della casa delle donne era sempre presente e ci ha affidato alla Vergine di Guadalupe. Successivamente un ballo di grande successo ha commosso Padre Carlos.

Ha concluso l'evento la Santa Messa: che è stata presieduta dal Vescovo ausiliare della diocesi di Zárate Campana, monsignor Justo Rodríguez e concelebrata da alcuni sacerdoti a noi molto cari. Nell'omelia ha sottolineato le tentazioni e di come il diavolo maschera le cose cattive cambiando quelle buone per raggiungere i suoi fini.

Siamo partiti tutti con il cuore pieno di gioia e di pace che abbiamo portato con noi dalla Comunità. iniziamo a camminare!!! Uniti, Insieme, Grazie!

Ciao, sono Lucía, ho 25 anni e vengo da Catamarca, Argentina. Ho conosciuto la Comunità 5 anni fa, nel 2020 mi sono unita a mia figlia, poi sono partita e ho passato 2 mesi fuori, ma Dio mi ha richiamato in questa famiglia del Cenacolo e ho deciso di “Cominciare a camminare”. Questa è la seconda volta che vivo l'anniversario della casa delle donne a Villa Rosa, ma questa volta è stato diverso, abbiamo potuto ricevere tante famiglie dopo la quarantena. L'ho vissuta molto fortemente perché sono arrivate mia sorella, mia nipote e soprattutto mia madre, che non sapeva niente della Comunità. Ero ansiosa di vedere cosa pensava del percorso che avevo scelto di intraprendere. Essere per lei un segno di luce e vederla felice ed emozionata per tutto quello che la Comunità ha fatto per me e anche per tante famiglie, mi ha riempito il cuore di gioia. Ho ricevuto anche il dono di fare il ballo e durante le prove ho fatto fatica a imparare i passi, ma non volevo arrendermi e ho insistito.In questo ho visto l'amicizia e la fiducia dei ragazzi e dei responsabili . È stata una bella esperienza perché ho affrontato e superato le difficoltà con amore davanti a tutti i presenti, alle famiglie e agli amici. Ho potuto fare quello che ci insegna Madre Elvira: donare e servire con amore e gioia, ogni persona che arrivava. Ero felice per ogni sorella e fratello che si sono riuniti con le loro famiglie. Ringrazio Dio e Maria che ci hanno dato la benedizione di una bella giornata di sole per renderlo possibile. Grazie Dio e grazie Madre Elvira per questo bellissimo e grande progetto che hai creato per tutti noi e che oggi mi insegna ad amare, amare, amare e servire. Grazie.

Ciao, sono Rocío, ho 30 anni e vengo dal Perù. Per me la festa della nostra casa è stata un tempo di grazia in cui ho potuto vedere e sentire la misericordia e l'amore di Dio nella mia vita. Stavo attraversando momenti molto difficili in cui le cose del passato venivano alla luce, le ferite si riaprivano e mi ritrovavo sempre più povero. Questo mi ha fatto soffrire, non è stato facile, ho faticato a trovare la luce. Una volta suor Mari mi ha detto durante la Novena della Festa della Vita: “Prega per una grazia di cui ha bisogno il tuo cuore, il Signore si commuove”. Durante la festa, in Adorazione, ho pregato Gesù, per liberarmi di tutto ciò che mi faceva soffrire dando il mio cuore nelle mani di Gesù. Quando il padre ci ha detto di incontrare i nostri genitori per abbracciarli, una madre che non conoscevo mi ha chiesto della mia famiglia, e nel dirle che erano in Perù , lei mi ha abbracciato forte:in quel momento non so cosa sia successo dentro di me ,ma ho iniziato a piangere e non riuscivo a smettere. Poi anche un'altra mamma si è avvicinata e mi ha abbracciato. Non capivo cosa stesse succedendo dentro di me. Il Padre è passato impartendo la benedizione con Gesù Eucaristia: in quel momento ho sentito che un blocco di ghiaccio si era staccato dal mio cuore e ho percepito pace e mi sono sentito amato e perdonato, dentro di me è sgorgata una gioia immensa. Ho potuto vedere la bontà di Dio attraverso gli abbracci delle famiglie. Grazie!

Ciao, mi chiamo Edna, ho 22 anni e sono felice di far parte di questa grande famiglia. Ho vissuto fortemente questo secondo anniversario della casa perché la maggior parte delle ragazze stava per vivere per la prima volta una festa comunitaria e io dovevo essere la più responsabile con i bisogni della casa, dato che sono una di quelle che l'ha aperta. La mia più grande difficoltà era l'insicurezza nell’ accogliere le famiglie e parlare con loro. Ma l'ho superato e sono stata in grado di fare questo passaggio. Mi ha reso felice poter servire,condividere e ritrovare alcuni dei bambini che sono passati per questa casa. Ho ricevuto il dono di ballare: confesso che è stata una sfida perché ho vissuto tante cose e ho avuto difficoltà ad imparare alcuni passi. Nonostante ciò ho sentito molta amicizia con i ragazzi e alla fine ho potuto vedere la felicità in tutti, e lo sforzo che avevano fatto si è percepito. Ringrazio la Comunità per avermi dato l'opportunità di testimoniare della mia storia e di ciò che viviamo. Da quando ho iniziato questo percorso mi sento diversa,rinata e amo la Comunità perché è la mia famiglia, mi ha educato e mi ha insegnato molto. In questa casa ogni giorno ci sono nuovi traguardi e crescite che mi fanno maturare e mi rafforzano come donna. Grazie!

Un grande abbraccio,

Las chicas de Villa Rosa

 

VILLAROSA

  • 1.jpg
    big image
    1.jpg
  • 2.jpg
    big image
    2.jpg
  • 3.jpg
    big image
    3.jpg
  • 4.jpg
    big image
    4.jpg
  • 5.jpg
    big image
    5.jpg
  • 6.jpg
    big image
    6.jpg
  • 7.jpg
    big image
    7.jpg
  • 8.jpg
    big image
    8.jpg
  • 9.jpg
    big image
    9.jpg
  • 10.jpg
    big image
    10.jpg
  • 11.jpg
    big image
    11.jpg
  • 12.jpg
    big image
    12.jpg
  • 13.jpg
    big image
    13.jpg
  • 14.jpg
    big image
    14.jpg
  • 15.jpg
    big image
    15.jpg
  • 16.jpg
    big image
    16.jpg
  • 17.jpg
    big image
    17.jpg
  • 18.jpg
    big image
    18.jpg
  • 19.jpg
    big image
    19.jpg
  • 20.jpg
    big image
    20.jpg
  • 21.jpg
    big image
    21.jpg
  • 22.jpg
    big image
    22.jpg
  • 23.jpg
    big image
    23.jpg
  • 24.jpg
    big image
    24.jpg
  • 25.jpg
    big image
    25.jpg
  • 26.jpg
    big image
    26.jpg
  • 27.jpg
    big image
    27.jpg
  • 28.jpg
    big image
    28.jpg
  • 29.jpg
    big image
    29.jpg
  • 30.jpg
    big image
    30.jpg
  • 31.jpg
    big image
    31.jpg
  • 32.jpg
    big image
    32.jpg
  • 33.jpg
    big image
    33.jpg
  • 34.jpg
    big image
    34.jpg
  • 35.jpg
    big image
    35.jpg
  • 36.jpg
    big image
    36.jpg
  • 37.jpg
    big image
    37.jpg
  • 38.jpg
    big image
    38.jpg
  • 39.jpg
    big image
    39.jpg
  • 40.jpg
    big image
    40.jpg
  • 41.jpg
    big image
    41.jpg
  • 42.jpg
    big image
    42.jpg
  • 43.jpg
    big image
    43.jpg
  • 44.jpg
    big image
    44.jpg
  • 45.jpg
    big image
    45.jpg
  • 46.jpg
    big image
    46.jpg