Stefano ed Eleonora

 

stefano eleonoraSono Stefano e dopo essere stato per un po’ di anni perso nel male, nell’anno 2014 sono entrato al Cenacolo per intraprendere il mio cammino di rinascita. Mai avrei pensato che in questo cammino avrei incontrato la donna che sarebbe poi diventata la mia sposa. Sì, perché io, Eleonora, facevo parte del gruppo “Donna chi sei”, gruppo legato alla Comunità che si incontra mensilmente per dare la possibilità alle donne di scoprire la bellezza e grandezza del loro essere. Grazie a questi nostri due cammini ci siamo incontrati, conosciuti e innamorati. 

Io, Stefano, avevo già un figlio di sette anni, Lorenzo, ma fin da subito Eleonora gli ha voluto bene, e questo per me è stato un segno che sarebbe stata una donna speciale. 

Oggi siamo una famiglia felice, ma già con una Croce pesante da portare. Dopo il nostro matrimonio, nell’anno 2018 il Signore ci ha fatto dono di un figlio. Eravamo felicissimi, la gravidanza è andata benissimo. Ma il nostro bimbo Francesco dopo due giorni dalla sua nascita è salito al Padre Celeste... dopo la gioia enorme delle nostre rinascite e di quella nuova nata dal nostro amore, subito ci è arrivata una prova durissima.

Ci siamo chiesti tantissime volte perché il Signore aveva scelto proprio noi per portare questa Croce; non lo sappiamo, ma di una cosa siamo certi: che se entrambi non avessimo fatto un cammino di conversione e non ci fossimo incontrati davvero con il Signore, non avremmo potuto affrontare quella Croce. La fede, anche se provata, ci ha dato la forza di andare avanti con la speranza, certi che la luce sarebbe di nuovo tornata in noi. E infatti il Signore non si è fatto attendere... dopo quattordici mesi è nata la nostra seconda figlia, Vittoria, che ora ha cinque mesi e mezzo. Per entrambi la gravidanza non è stata facile da vivere serenamente; soprattutto per me, Eleonora, era difficile non avere pensieri negativi e allontanare le paure. In più, si è aggiunta la pandemia del coronavirus proprio all’inizio della gravidanza, ma nonostante queste difficoltà, siamo riusciti a vivere con fede questa meravigliosa attesa. La preghiera insieme è stata la nostra forza. Siamo tanto grati al Signore perché il suo amore ci dà la forza ogni giorno per andare avanti e per essere testimoni del Suo amore per le persone che incontriamo.

Ringraziamo sempre il Signore per averci fatto incontrare la Comunità. Oggi, come famiglia, cerchiamo di vivere nella quotidianità i valori che il Cenacolo ci ha insegnato, e questo continua ad aiutarci nel nostro cammino. La preghiera quotidiana vissuta insieme ci tiene uniti e ci dà forza nei momenti di difficoltà. Non vediamo l’ora di poter di nuovo partecipare “fisicamente” agli incontri in Comunità! Ci mancano tantissimo, e per adesso continuiamo a seguirvi in streaming! Grazie per questo grande dono che ci fate che ci tiene uniti! Madre Elvira grazie, perché senza il tuo “sì” noi due non ci saremmo mai incontrati!