Argentina, Testimonianze

testquaresimaARG4Tempo di Quaresima, aprile 2020

Alcune testimonianze delle ragazze della fraternità argentina di Villa Rosa

CHRISTINA: "Questa Quaresima per me è molto forte. Ogni giorno mi trovo più povera e bisognosa di un Salvatore. Tra le mie lotte personali e la sofferenza nel mondo a causa del coronavirus, sto imparando ad avere fiducia e speranza anche dove è molto difficile vederla. So che solo il Signore ci può aiutare in questo momento difficile così che mi spinge sempre di più a confidare in Lui.. credo che con la Pasqua finalmente arriverà la luce."

MAGALI: "Mi chiamo Magali e questo tempo di Quaresima è una grande provvidenza per me. È proprio quello che forse mi fa vedere ancora di più la sofferenza di Gesù e, al tempo stesso, posso sentire perlomeno una piccola parte di quello che Lui ha sofferto. In questo tempo di coronavirus, sento che devo completamente affidarmi alla Misericordia del Padre per arrivare così alla conversione, lasciando tutte le mie sofferenze, le mie paure e le disperazioni nelle mani di Gesù. Ho pienamente fiducia nella luce di Cristo e anche avvicinandomi di più alle sorelle e vivendo con più presenza in casa, sento la Sua presenza perché attraverso loro sento e vivo il Suo amore e la Sua protezione. Vivo con tanta attesa il momento della Sua Resurrezione, perché sento che con lui risorgeremo anche noi."

testquaresimaARG1MONICA: "Mi chiamo Monica e qui in Argentina siamo entrati in quarantena da qualche settimana. Nonostante questo, la nostra vita fraterna continua a essere più o meno la stessa. Cerchiamo di vivere questo momento difficile come madre Elvira ci ha insegnato: mettendosi in ginocchio e sentendo che proprio la preghiera è la nostra forza. Questo tempo di sofferenza ci unisce tanto anche come casa, e la fede di ognuna di noi e luce e speranza per gli altri.In questi giorni di sacrificio, in cui non possiamo ricevere la comunione, anche riscopro che dono grande prezioso è poter vivere l'adozione eucaristica ogni giorno. In questo tempo in cui non possiamo ricevere visite, è bello crescere nella fiducia in Dio che è Padre e provvede per noi e in un modo o nell'altro non ci fa mancare nulla. Come parte della famiglia del Cenacolo, anche se lontane, ci sentiamo vicine e unite con lo spirito. Aspettiamo con speranza l'arrivo della Pasqua per poter vivere la resurrezione dei nostri cuori e preghiamo che quest'ultima possa portare anche tanta luce pace nel mondo."

VALENTINA: "Vedo che questo anno già dall'inizio della Quaresima avevo il desiderio di viverla più forte. Le piccole rinunce personali, la preghiera che viviamo insieme, mi aiutano a viverla più nel profondo e anche attraverso la sofferenza quotidiana mi sto rendendo conto di quanto Gesù ha sofferto per me prima e che io oggi posso offrire a Lui questo tempo di rinuncia. Questo periodo difficile di quarantena mi sta facendo crescere nell'unità e nell'amicizia tra di noi: mi accorgo che in casa viviamo più forte la preghiera e sto imparando ad affidarmi sempre di più a Lui. Ringrazio questo tempo difficile e ringrazio la Comunità che mi sta insegnando a di staccarmi da tante cose materiali per dare spazio all'amicizia, alla fede e la fiducia nel Signore."

testquaresimaARG2ELISA: "Aspetto sempre la Quaresima con tanta vita e desiderio nel cuore. So che di solito è un "tempo forte":un cammino a volte difficile di verità e di digiuno che ti porta ad un cambiamento. Quest'anno sento tutto ancora di più: il digiuno da Lui, il non poter incontrare la Sua Misericordia, le preoccupazioni e a volte la poca provvidenza mi stanno aiutando a crescere in una totale fiducia in Dio. Dedicare più tempo alla preghiera personale o di gruppo aiuta tutte noi a vivere questo tempo con la pace e la serenità nel cuore.Vivere la Santa Messa in collegamento con l'Italia mi fa sentire sempre più parte di questa grande famiglia ancora più unità in questo momento così difficile. Grazie Signore perché mi chiami a dare quel di più in ogni momento e a crescere nella sensibilità e nell'empatia con gli altri."

AMANDA: "Questo tempo di Quaresima lo vivo molto forte e mi sento più vicina a Gesù. Vedo quanto mi faccia bene pregare e fidarmi in lui e di tutto quello che prepara per me ogni giorno. All'inizio vivevo con un po' di preoccupazione questa emergenza sanitaria del Coronavirus, però pregando, ho capito che alla fine dobbiamo fidarci di Gesù e questo mi sta aiutando tanto. Mi sento tanto più vicina alle ragazze che vivono con me perché il condividere insieme questo periodo di fatica ci sta facendo crescere nell'unità e nell'amicizia."