"ECCOCI"

bannerDIARIO
diario3Festa della Vita

Saluzzo, 13-16 Luglio 2017

Questa Festa della Vita è stata ed è l'occasione per festeggiare la Vita, per dire grazie a Dio, che è il Dio della Vita.

Come ha detto Padre Stefano nell'inaugurare le quattro giornate di festa: "Il nostro Dio è il Dio dei viventi. Il nostro Dio è un Dio che ama, vuole sempre e solo Vita, per questo la Vita è eterna, è da sempre e sarà per sempre perchè porta il timbro di Dio!".

Per questo, anche quando eravamo nelle tenebre, in fondo in fondo c'era sempre la speranza che un giorno sarebbe accaduto qualcosa di diverso nella vita. Quel giorno per noi è stato il giorno in cui abbiamo detto "Eccomi" alla proposta di un cammino.

Quel cammino di conversione e fede, "dalle tenebre alla Luce", propostoci da Madre Elvira, che 34 anni fa ha detto il suo "Eccomi" all'opera di Dio della Comunità Cenacolo. Madre Elvira ha amato molto festeggiare ogni anno il momento della nascita della Comunità e ha desiderato chiamarlo "Festa della Vita". Ha scelto proprio lei questo nome per la prima festa in occasione del decimo anniversario di vita nel '93.

ARTgiov1Il più grande e bel miracolo che accade nella nostra Comunità è proprio la risurrezione di tanti ragazzi e ragazze che arrivano tristi, malati di vivere, con una vita triste, spesso così disperata da essere buttata via nella spazzatura. Ma la vita porta dentro una forza, che non è solo nostra, ma è la forza di Dio! 

Sin dal suo esordio, con un piccolo tendone che ospitava una settantina di ragazzi con alcuni genitori, la Festa della Vita è stato il momento per ringraziare il Signore per la vita risorta dei giovani, per la vita risorta delle loro famiglie anche loro in cammino.

Nel tempo, poi, il numero dei tendoni è cresciuto, così come la grandezza della famiglia della Comunità e anche la durata della festa si è allungata.

Nel centenario delle apparizioni mariane a Fatima, abbiamo voluto ringraziare in modo particolare per l'Eccomi di Maria alla volontà di Dio, che poi è divenuto un "Eccomi" anche a noi, a tutto e a tutti. La Madonna ha aperto la porta della casa di Nazaret, ma soprattutto ha aperto la porta del suo cuore, e la salvezza è entarata nel mondo.Se Madre Elvira non avesse risposto Sì alla chiamata del Signore, facendo vincere la paura e l'insicurezza, non saremmo qui oggi da risorti a fare festa alla Vita.

graziemaria2Come Maria è stata la strada che Dio ha scelto per far arrivare Gesù nel mondo, così è stata Madre Elvira per noi, la strada che Dio ha scelto per farci incontrare Suo figlio.

"La vita senza fede è proprio povera" ha detto Padre Stefano "perchè non ha il coraggio di rischiare, di rischiare con Dio, su Dio, per Dio". Ringraziamo il Signore per aver scelto Maria per venire a noi.

Grazie, perchè se anche noi la scegliamo per andare a Lui, prendiamo la strada giusta, quella scelta da Dio. Vogliamo camminare nella fede come te, Maria, per sentire anche noi l'annuncio dell'Angelo che ha rivolto a Lei e che ci dice: "Rallegrati Maria, tu sei la gioia di Dio. Non temere perchè lo Spirito Santo scenderà su di te...".

Grazie Maria, per esserti messa in cammino con noi, non solo in questo tempo speciale della Festa della Vita. Ringraziamo la Madonna, per la pioggia di grazie che ha fatto scendere dal cielo su questa collina in questi quattro giorni di festa, che doneranno anche a noi un po' del suo coraggio per saper rischiare su Dio, per Dio, con Dio, e, proprio come ha fatto Madre Elvira, potergli dire il nostro "Eccoci!".