bannerintroRIFATTO2

 

La QUARESIMA è uno dei tempi forti nell'anno liturgico, inizia il Mercoledì delle Ceneri e si conclude il Giovedì Santo con la celebrazione (la messa In Cena Domini) che apre il Triduo Pasquale. La Quaresima è un tempo privilegiato per intensificare il percorso della propria conversione. Questa strada suppone la cooperazione con la grazia, per far morire l'uomo vecchio che agisce in noi. Si tratta di rompere col peccato che abita nel nostro cuore, di allontanarci da tutto quello che ci porta lontano dal Piano di Dio, e quindi, dalla nostra felicità e realizzazione personale.

- La parola "Quaresima" deriva dal latino "Quadragesima" (dies), nel significato dei quaranta giorni che vanno dal mercoledì delle ceneri al Giovedì Santo. Quaranta è infatti il numero simbolico con cui l’Antico e il Nuovo testamento rappresentano i momenti salienti dell’esperienza della fede del Popolo di Dio; è una cifra che esprime il tempo dell’attesa, della purificazione, del ritorno al Signore, della consapevolezza che Dio è fedele alle sue promesse. Inoltre ricorda i quaranta giorni trascorsi da Gesù nel deserto dopo il suo battesimo nel Giordano e prima del suo ministero pubblico.

- Durante le sante messe celebrate nel periodo di Quaresima viene usato il colore viola per tutti i paramenti liturgici; nel corso delle celebrazioni non vengono cantati il Gloria e l'Alleluja solenne.

La Quaresima (Madre Elvira)

 

 

IL CAMMINO QUARESIMALE

• è un tempo battesimale, in cui il cristiano si prepara a ricevere il sacramento del Battesimo o a ravvivare nella propria esistenza il ricordo e il significato di averlo già ricevuto;

• è un tempo penitenziale, in cui il battezzato è chiamato a crescere nella fede in una sempre più autentica adesione a Cristo attraverso la conversione continua della mente, del cuore e della vita.

IMPEGNI

La Chiesa ci propone alcuni impegni specifici:

ascolto più assiduo della parola di Dio

preghiera più intensa, durante il periodo Quaresimale, inoltre, il fedele è chiamato a pregare più intensamente e con maggiore assiduità. La Quaresima, infatti, è caratterizzata dal lasciare più spazio "al rapporto con Dio" per entrare in intima comunione con lui.

digiuno e carità: contribuiscono a dare unità alla persona, corpo e anima, aiutandola a evitare il peccato e a crescere nell'intimità con il Signore; aprono il cuore all'amore di Dio e del prossimo. Scegliendo liberamente di privarci di qualcosa per aiutare gli altri mostriamo concretamente che il prossimo non ci è estraneo. La Quaresima è anche un tempo da dedicare all'amore verso i fratelli, alla conversione in questo senso; al maggiore impegno di carità verso il prossimo.

MERCOLEDì DELLE CENERI


La liturgia delle Ceneri prevede che sul capo dei fedeli sia cosparsa un pò di cenere benedetta, ottenuta bruciando i rami d'ulivo benedetti la domenica delle Palme dell'anno precedente. Questo gesto è un segno di pentimento e ricorda la transitorietà della vita terrena: "Polvere siamo e polvere ritorneremo" dice infatti Dio ad Adamo dopo il peccato originale. Infine la cenere è anche il segno esterno del cristiano che decide di compiere un rinnovato cammino verso il Signore.

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE PER LA QUARESIMA 2017