25 ANNI DI... FESTA DELLA VITA!

1fdvDalla rivista "Risurrezione" di dicembre 1993, eccovi un estratto dell'intervista di Don Alberto Girello a Suor Elvira, a conclusione della 1° Festa della Vita, in occasione dei dieci anni della Comunità Cenacolo.

D - Elvira, siamo a un traguardo importante. Tu non potevi pensare dieci anni fa che le cose sarebbero andate così, vero? Ci racconti da dove è nata questa idea?

R - "Le opere di Dio non sono idee ma fatti. Io mi sono trovata coinvolta in un avvenimento storico. Dio parla sempre così, con dei fatti, ma le sue opere rimangono avvolte nel mistero. Io non so definire l'attimo in cui il Signore mi ha ispirata. So soltanto che Lui mi ha coinvolta nelle sue opere. E sono la prima ad essere stupita, meravigliata di quanto è successo e succede ancora. Dio parla facendomi agire"

D - Hai visto quanta gente è venuta quassù oggi? Quanti amici ha la Comunità, quante famiglie, quanti giovani, quante comunità parrocchiali dove voi andate a testimoniare, vi sono affezionati e riconoscono l'opera di Dio? come avete impiegato la giornata?

R - "C'erano 12 pullman, mi hanno detto,  più le macchine, oltre mille persone. Abbiamo fatto adorazione Eucaristica nella mattinata e davanti Gesù Eucaristia, abbiamo fatto un po'di catechesi. Ho parlato di come Dio sceglie, chi sono coloro che Egli sceglie per poter compiere le sue opere. Ed ho detto che tutti siamo idonei perchè Dio possa fare opere grandi, nella misura che accettiamo di perdere davanti all'altro, di considerarci inferiori all'altro. "L'altro ha sempre ragione" in senso evangelico, s'intende, cioè nel senso del "chi vuole venire dietro a me, prenda la sua croce e mi segua".