Cammina con noi verso Betlemme...

banner

 

 

Papa Francesco Natale

“L’Avvento è il tempo che ci è dato per accogliere il Signore
che ci viene incontro,
anche per verificare il nostro desiderio di Dio,
per guardare avanti e prepararci al ritorno di Cristo.
Per questo dobbiamo sempre essere vigilanti e attendere il Signore
con la speranza di incontrarlo.”

Papa Francesco

 

“Il tempo di Avvento ha una duplice caratteristica: è tempo di preparazione alla solennità del Natale, in cui si ricorda la prima venuta del Figlio di Dio fra gli uomini e, contemporaneamente, è il tempo in cui, attraverso tale ricordo, lo spirito viene guidato all’attesa della seconda venuta di Cristo alla fine dei tempi . Nel breve e denso tempo di Avvento, la liturgia presenta alcune figure che incoraggiano la comunità cristiana:

-        a vivere l’attesa vigilante e gioiosa di Gesù;

-        a coltivare la speranza;

-        a vivere un perenne processo di conversione, per accogliere il Figlio di Dio che viene in mezzo a noi e per aprire il cuore al fratello.

Oltre alla Vergine Maria, le altre figure bibliche che danno una particolare tonalità a questo tempo sono: il profeta Isaia; Giovanni il Battista e San Giuseppe.” (Dal Sussidio Avvento Natale 2018 della CEI)

 

Nella nostra vita quotidiana…

L’Avvento è anche un tempo speciale che ciascuno di noi ha per poter preparare il proprio cuore ad accogliere Gesù, rinvigorendo la propria fede, dedicando più spazio alla preghiera e rendendo più coerente la propria testimonianza cristiana grazie ad una carità più autentica…

Sono tanti gli esempi che possiamo seguire per riuscirci. Sicuramente, da una parte, la Parola di Dio ci presenta alcune figure incoraggianti e stimolanti come Maria e il Battista, dall’altra, come ci ricorda Papa Francesco, nella nostra vita quotidiana sono tantissimi i Santi della Porta accanto che hanno vissuto e vivono “con amore, offrendo ciascuno la propria testimonianza nelle occupazioni di ogni giorno”.   

Come ci ricorda il Papa nella sua esortazione apostolica “Gaudete et exsultate”, “tutti siamo chiamati ad essere santi e questa santità a cui il Signore ci chiama andrà crescendo mediante piccoli gesti… perché la santità non è altro che la carità pienamente vissuta.”

Il tempo d’Avvento sembra proprio il momento giusto per rispondere a questa chiamata, ricominciando il nostro cammino di santità nella quotidianità… e così Gesù potrà davvero trovare un cuore pronto ad accoglierlo!

 

DA DOMENICA 2 DICEMBRE

“Uno scrigno pieno di piccole perle"...

È quello che vogliamo donarvi con questo Calendario d’Avvento, proponendovi ogni giorno tanti spunti di riflessione:

- una frase tratta dalle letture proposte dalla Liturgia per l’Anno C,

- un pensiero del Santo Padre tratto dall’esortazione apostolica sulla chiamata alla santità “Gaudete et Exsultate”,

- una frase di Madre Elvira su Maria, madre dell'attesa, icona dell’Avvento,

- l’approfondimento della vita di un giovane santo della porta accanto
  (mostra itinerante allestita dalla Santa Sede per il Sinodo dei Giovani),

- un impegno concreto per la giornata.

"Mi piace vedere la santità nel popolo di Dio paziente: nei genitori che crescono con tanto amore i loro figli, negli uomini e nelle donne che lavorano per portare il pane a casa, nei malati, nelle religiose anziane che continuano a sorridere. In questa costanza per andare avanti giorno dopo giorno vedo la santità della Chiesa militante. Questa è tante volte la santità “della porta accanto”, di quelli che vivono vicino a noi e sono un riflesso della presenza di Dio, o, per usare un’altra espressione, “la classe media della santità”. " Papa Francesco

Buon cammino a tutti dalle tenebre alla luce di Betlemme!

 

PER VEDERE IL CALENDARIO D'AVVENTO CLICCA QUI