Pentecoste: news dal Perù

02Villa el Salvador, 22 maggio 2018

“DEL TUO SPIRITO SIGNORE E’ PIENA LA TERRA”

Carissima Madre Elvira e sorelle,
Eccoci! Siamo piene dell’abbondanza dei doni dello Spirito Santo che il Signore ha riversato nei nostri cuori in questa Pentecoste. Per prepararci bene a ricevere il dono dello Spirito per il rinnovo dei voti, abbiamo avuto il grande dono di poter vivere alcuni giorni di ritiro, la settimana prima di Pentecoste. Ne avevamo propio bisogno! Soprattutto per immergerci di piú nella preghiera e nel silenzio e poi anche per vivere momenti di condivisione e di amicizia tra noi sorelle, dove non mancano l’allegria e le risate.
Eravamo ospiti in una bellissima casa di ritiro, fatta costruire da Mons. Paci attorniata da tanto verde e tanta natura. La casa si chiama “Villa Asis” e Mons. Paci, da padre buono che é si fa sempre provvidenza per noi. Ringraziamo di cuore le sorelle che hanno lavorato per noi per farci avere in tempo tutte le catechesi e le testimonianze. Un grazie anche a sr Mari che ci ha inviato l’esortazione apostolica del Papa per poter seguire bene il filo conduttore di tutto il ritiro: la santitá. Le nostre giornate erano scandite da: preghiera, ascolto delle catechesi, silenzio. L’ultimo giorno abbiamo fatto la revisione di vita e poi, durante l’adorazione delle tre, anche noi abbiamo pescato una beatitudine.  
Grazie, grazie, grazie perché le catechesi hanno fatto si che il nostro ritiro potesse essere un vero ritiro cenacolino.04

Era bello sentire anche le vostre testimonianze e quelle dei fratelli, ci hanno toccato il cuore e ci hanno fatto ricordare che siamo tutti sulla stessa barca, cioé in cammino con le nostre cadute, i nostri difetti, il nostro peccato, ma con la gioia e la volontá di seguire Gesú camminando sulle vie della santitá. Sabato, dopo pranzo, siamo rientrate a casa e le zie e i bambini ci hanno accolto con tanta gioia, che bello, dopo un po´ di pausa, ritornare a casa per vivere la quotidianitá.

Il mattino di Pentecoste ci siamo svegliati tutti con l’entusiasmo di andare a vivere la Festa di Pentecoste con con la famiglia di Rayo de Luz. Fin dal mattino, in casa c’era un grande fermento anche per preparare la “salida” di tutti i bambini compresi i piú piccoli di pochi mesi e tra biberon, pappette, bavaglini e pannolini, siamo riusciti a trasferirci tutti a Rayo, puntuali a mezzogiorno per l’ora della Santa Messa che é stata celebrata sotto il grande tendone. Gli zii e le zie hanno addobbato il tendone con tanti palloncini e dietro l’altare c’era il disegno di una grande colomba con tutti i doni dello Spirito Santo.

05La Santa Messa é stata presieduta da padre Fernando, un padre peruviano che da qualche mese viene a celebrare una volta a settimana nella nostra casa di Villa el Salvador. Padre Fernando sta diventando sempre di piú un amico cenacolino, ha celebrato una bellissima Messa parlando tanto del tema della consacrazione dicendo che la Pentecoste é anche la festa di tutti i cristiani perché in questo giorno é nata la Chiesa. Durante la Messa ha invitato piú volte noi sorelle a prendere esempio da Maria, la Donna del SI, la Donna del silenzio, la Donna fedele. Se seguiamo Lei siamo sicuri di andare per il cammino giusto. Dopo l’omelia c’é stato il rinnovo dei voti e dopo il coro ha cantato il ritornello di “Tu hai scelto me”. Il Padre ha chiesto a una di noi di spiegargli il significato del canto, sr Anna ha spiegato che é stato composto da noi sorelle per testimoniare che la vita é un dono gratuito, che la chiamata é un dono gratuito per far si che la nostra vita possa servire gli altri in modo gratuito.  
Alla fine della Santa Messa, dopo qualche canto con i gesti, abbiamo condiviso un ottimo pranzo cenacolino, la pizza...muy rica, preparata con tanto amore dai nostri zii e adolescenti.07

Il pranzo é stato anche animato da una danza interpretata dalle bambine mediane e poi noi sorelle abbiamo cantato e suonato: ecco manda me.
La sera siamo rientrati a casa con il cuore pieno di gioia e di Spirito Santo.

Grazie Madre Elvira per il tuo si che ha permesso anche a noi di poter vivere la gioia della consacrazione. Grazie perché ci hai dato e ci dai ancora l’esempio di cosa vuol dire stare sotto la croce e vivere la santitá nella quotidianitá.  

Un grazie anche a voi sorelle perché esistete. Grazie per le vostre corse per Gesú e per tutto quello che fate per nostra Madre Elvira, abbracciatela tanto per noi.
Vi ricordiamo nelle nostre preghiere e vi mandiamo un grande abbraccio dal lugar mejor del mundo by Villa el Salvador.
Vi vogliamo bene assai e....buon tempo ordinario.

Le vostre sorelle peruviane