Incontro dei responsabili dei colloqui

incontro01Saluzzo, 27/28 ottobre 2017
«Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente» (Lc 1,49)

Si è svolto venerdì e sabato a Saluzzo, nella fraternità di "Casa Madre", un incontro dei gruppi delle famiglie e dei ragazzi responsabili dei colloqui. Sono stati due giorni molto intensi, guidati dallo Spirito Santo e dai nostri sacerdoti. Ci sono stati momenti forti di preghiera comunitaria, adorazione, rosario e condivisione. Le domande che sono emerse vertevano specialmente su come comportarsi durante i colloqui: hanno avuto una risposta chiara e illuminante da parte di Padre Stefano il quale, con molta semplicità, ha spiegato che per salvare un figlio occorrono delle regole.

Inoltre ha detto che ai colloqui bisogna essere umili e semplici, con un cuore nuovo e con tanto amore, facendo attenzione alle cose buone che ognuno ha dentro di sé e scoprendo le meraviglie che il Signore ha operato nel corso degli anni. Tutto questo, per essere di aiuto alle famiglie che ogni volta si presentano ai colloqui. Sarebbero tante le cose da dire, ma la cosa più importante per ora è mettere in pratica tutte le cose positive emerse durante questo incontro per essere luce nelle tenebre del mondo.incontri03

Il sabato pomeriggio c'è stato a Envie l'incontro con tutti gli altri genitori provenienti dalle varie parti d'Italia. C'era chi era lì per la prima volta e chi invece segue questi incontri da molto più tempo. Dopo la preghiera del Rosario e la Coroncina alla Divina Misericordia guidati da don Michel, è stato il momento di Padre Stefano che ha sciolto un po’ il clima (specialmente per chi era nuovo) e ha introdotto quest'incontro, spiegando dubbi e confermando la grazia di chi segue questi incontri convertendosi giorno dopo giorno, presentando anche la realtà di tanti genitori che vivono oltre oceano con tanta fede e perseveranza.

Quello che è risultato una novità è stato il fatto di far sedere davanti ai genitori un gruppo di ragazzi e ragazze che hanno risposto a dubbi e osservazioni di genitori ancora in pena per i loro figli; i ragazzi sono stati esaurienti nelle risposte e alla fine tutti siamo stati sollevati di avere una famiglia grande come quella del Cenacolo che è guida per tante famiglie. L'incontro è andato più in là del tempo previsto, e la Messa di conseguenza è iniziata un po' più tardi… Nell'omelia don Massimo ci ha parlato dell'incontro che ha avuto in Spagna con le famiglie e della fiducia incondizionata di tante di loro, che nemmeno hanno conosciuto Madre Elvira se non attraverso catechesi registrate.

Al termine abbiamo ringraziato Il Signore, la Comunità e Madre Elvira, per tutte le cose che in questi giorni hanno nutrito la nostra persona, consapevoli che la strada con Dio è l'unica che conduce al vero senso della Vita.