Anniversario a Tarnów!!

07

02Tarnów 8-10 settembre 2017

Nella nostra fraternità di Tarnów abbiamo vissuto tre giorni d'incontri, di preghiera nella luce insieme a tante persone. Il venerdì abbiamo accolto un bel gruppo di giovani del gruppo 21 del pellegrinaggio a Jasna Góra con i quali già da diversi anni condividiamo questa esperienza. È stato bello vedere un numeroso gruppo di ragazze e ragazzi che insieme alle loro guide, don Jakub e don Sebastian, hanno deciso di vivere una veglia di preghiera nella nostra fraternità. Già al principio di quest'incontro si percepiva un’atmosfera gioiosa; in seguito il nostro amico don Piotr ha fatto una bella catechesi, dove ci poneva la domanda: «Come vogliamo vivere la vita?». Dopodiché, abbiamo iniziato l’adorazione eucaristica ascoltando una catechesi di Madre Elvira. Per i giovani del nostro gruppo, che non l'avevano mai incontrata, è stato bello ascoltare la sua voce nel sottofondo della catechesi che era tradotta in polacco. Poi abbiamo vissuto un momento di adorazione dove ognuno nel cuore o ad alta voce poteva dire a Gesù chi è Lui per noi e per la nostra vita. I ragazzi della fraternità hanno preparato una bella merenda italiana con pizzette e qualche dolcetto, che è stata una bella sorpresa per i tanti giovani.  

03Abbiamo terminato l'incontro con la Santa Messa celebrata da don Sebastian, nostro amico e guida del gruppo. L’omelia è stata fatta da don Piotr, ha parlato della bellezza di Maria che in questo giorno festeggiava il compleanno e dell'importanza del Vangelo in cui si parla della nascita di Gesù. Noi, quando cerchiamo la Madonna e vogliamo entrare nel mistero del suo “sì” dobbiamo guardarla insieme a Gesù perché Lei è stata e rimasta tutta e unicamente per Gesù. Al termine, fratel Slaven ha ringraziato i nostri amici per gli anni vissuti insieme e i loro pastori per la pazienza e l'amore nell'accogliere i giovani della nostra Comunità già da diversi anni. Tanti ragazzi e ragazze oggi vivono la loro chiamata alla famiglia, alla consacrazione o al sacerdozio grazie al pellegrinaggio di Częstochowa, durante il quale la Madonna ha toccato i loro cuori. La bellezza e la semplicità delle persone incontrate ci fa vivere bene questo pellegrinaggio, come un momento di preghiera e di affidamento.
    
Il giorno dopo, sabato, abbiamo accolto i figli e le figlie della Comunità in fraternità. Ogni tre mesi si trovano in un incontro di preghiera e condivisione nelle fraternità polacche. Per loro questo incontro offre sempre la possibilità di ritornare alla sorgente, nelle fraternità dove hanno iniziato il cammino verso la luce, ed è un momento dove ti senti accolto e amato. Accompagnati da padre Slawek, potevano vivere momenti di preghiera, di condivisione e confessione. La presenza di tanti figli e figlie della Comunità è stata una bella testimonianza per i ragazzi più giovani che, vedendo la gioia, il sorriso dei bambini e delle mogli, hanno ricevuto un messaggio di speranza per la loro vita. È bello per loro ritornare in Comunità per vivere quello che noi viviamo quotidianamente. Alla sera sono arrivati anche fratel Slaven e don Waclaw e insieme abbiamo vissuto un momento di adorazione e di condivisione.

04La domenica c'era l'anniversario della fraternità, il 13°. Sin dal mattino sono arrivate le prime famiglie per incontrare i loro figli. Questi primi incontri sono sempre pieni di luce e così anche questa volta abbiamo contemplato il miracolo del primo incontro, con lacrime di gioia, abbracci e riconciliazione. Per tanti di noi che siamo da più tempo in Comunità è una grandissima gioia vedere i ragazzi che abbiamo visto entrare rincontrare le loro famiglie con uno sguardo più sereno. Prima della Santa Messa abbiamo pregato insieme il rosario della gioia con tanti amici e genitori, le suore orsoline, nostre amiche, e numerosi “ex”. Don Waclaw nella sua omelia ha parlato di un tema molto sensibile all'uomo: la libertà. Ogni uomo cerca la libertà e dentro al cuore umano c’è il desiderio di essere liberi, ma questo desiderio non può realizzarsi senza l'incontro con Dio. Soltanto nell'incontro con il Signore, l’uomo incontra la vera libertà, visibile nell’amore. Madre Elvira è una donna libera e proprio per questo, senza sicurezze e senza una grande educazione e preparazione, ha intuito in che modo motivare i giovani per vivere la vita vera con Gesù. Alla fine della Santa Messa don Waclaw ha ringraziato i tanti amici della nostra fraternità e i nostri vicini per la loro pazienza e l’amore verso di noi. I ragazzi della fraternità ci hanno preparato un bel pranzo festivo che è durato un po’ più del solito...

06Il programma del pomeriggio è iniziato con qualche canto di gioia, dopo abbiamo pregato la Coroncina della Misericordia e, infine, fratel Slaven ci ha raccontato alcuni episodi storici della fraternità "Beata Carolina" e l’importanza della preghiera, del lavoro e dell’amicizia vera, doni che si vivono sempre in questa casa. La Provvidenza ci ha donato come patrona la Beata Carolina, una giovane martire per la purezza e questo è una cosa importante per la guarigione del cuore di tanti ragazzi che sono entrati qua. Poi abbiamo sentito alcune belle testimonianze. Un ragazzo ex, Peter, grazie all'intercessione della Beata Carolina oggi ha una bravissima moglie e due bellissime figlie. Commoventi sono state anche le testimonianze dei ragazzi che sono entrati in questa fraternità, Blazej, Mariusz e Kacper, che ci hanno raccontato il loro cammino. Tutto questo è stato accompagnato con gesti e canti di gioia. Alla fine dell’incontro abbiamo vissuto il momento dell’Adorazione Eucaristica come ringraziamento per tutto quello che il Signore fa per la nostra fraternità e per la nostra vita.

Grazie, Gesù, per la Tua amicizia, per la tenerezza e l'amore che accompagnano questa fraternità. Grazie per la nostra patrona Beata Carolina e grazie per la sua bellezza e purezza che tocca i cuori di tanti ragazzi passati attraverso la nostra casa. Grazie per Madre Elvira e il suo “sì”, per il suo “eccomi” che oggi è “l'eccomi” di tanti di noi!!!

Grazie per questi tre giorni e per le tante persone che hanno pregato per noi e con noi!!! Nelle mani di Dio e al cuore di Maria affidiamo tutti i ragazzi che sono passati, che sono e saranno parte di questa bella storia della nostra casa a Tarnów.

I ragazzi del Cenacolo di Tarnów

  • 01.jpg
    big image
    01.jpg
  • 02.jpg
    big image
    02.jpg
  • 03.jpg
    big image
    03.jpg
  • 04.jpg
    big image
    04.jpg
  • 05.jpg
    big image
    05.jpg
  • 06.jpg
    big image
    06.jpg
  • 07.jpg
    big image
    07.jpg
  • 08.jpg
    big image
    08.jpg
  • 09.jpg
    big image
    09.jpg
  • 10.jpg
    big image
    10.jpg
  • 11.jpg
    big image
    11.jpg
  • 12.jpg
    big image
    12.jpg
  • 13.jpg
    big image
    13.jpg
  • 14.jpg
    big image
    14.jpg
  • 15.jpg
    big image
    15.jpg
  • 16.jpg
    big image
    16.jpg
  • 17.jpg
    big image
    17.jpg
  • 18.jpg
    big image
    18.jpg
  • 19.jpg
    big image
    19.jpg
  • 20.jpg
    big image
    20.jpg
  • 21.jpg
    big image
    21.jpg
  • 22.jpg
    big image
    22.jpg
  • 23.jpg
    big image
    23.jpg
  • 24.jpg
    big image
    24.jpg
  • 25.jpg
    big image
    25.jpg
  • 26.jpg
    big image
    26.jpg
  • 27.jpg
    big image
    27.jpg
  • 28.jpg
    big image
    28.jpg
  • 29.jpg
    big image
    29.jpg
  • 30.jpg
    big image
    30.jpg
  • 31.jpg
    big image
    31.jpg
  • 32.jpg
    big image
    32.jpg
  • 33.jpg
    big image
    33.jpg
  • 34.jpg
    big image
    34.jpg
  • 35.jpg
    big image
    35.jpg
  • 36.jpg
    big image
    36.jpg
  • 37.jpg
    big image
    37.jpg
  • 38.jpg
    big image
    38.jpg
  • 39.jpg
    big image
    39.jpg
  • 40.jpg
    big image
    40.jpg
  • 41.jpg
    big image
    41.jpg
  • 42.jpg
    big image
    42.jpg